2019
PDF Stampa E-mail

Programma.pdf

La scampagnata nasce come un pasto frugale e improvvistao nel XVII secolo quando si devideva di mangiare all’aria aperta per il semplice gusto di farlo e si portava da casa quello che la cucina aveva da offrire (in francese “piquer” significa prendere, rubacchiare e “nique” sta indicare un qualcosa di poco valore, quindi è un termine azzeccatissimo per chi prende qualche semplice pietanza per andare a mangiare fuori, secondo la maniera del “piquenique”).
Poi, durante il XVIII secolo, la storia del pic nic vira sulla strada della formalità perdendo gran parte della caratteristica improvvisazione tanto da diventare un’occasione per partire, con la servitù al seguito, e per cucinare sul posto il bottino di caccia della giornata.
Anche in questo caso non si tratta pranzi fastosi come quelli che si celebravano abitualmente a palazzo, ma non sono più i semplici e famigliari momenti di convivialità tipici del “piquenique”.
Ma ecco che nel XIX secolo il rito della scampagnata prende piede anche tra il ceto medio della popolazione diventanto così un momento non più riservato solo all’aristocrazia ma un pasto spensierato e allegro in cui si vanno ad allentare anche le rigide regole del galateo.
E nel nostro bel paese come e quando fa capolino il pic nic?
In Italia la gita fuori porta risale al 1877, quando per la prima volta in Sicilia si cominciò a pranzare “a picchi nicchi”, portando cioè il cibo “a borsa a borsa”.
Allora come oggi ognuno portava qualcosa di buono per il pasto di gruppo che diventava in questo modo uno splendido momento di condivisione e di impegno reciproco per la buona riusciuta dell’escursione all’aria aperta.

In linea di massima per far sì  che un pic nic sia davvero un buon pic nic sarebbe bene optare per la scelta di pietanze pratiche, ancor meglio se monoporzioni, che possano essere mangiate con le mani o con l’aiuto del minor numero di stoviglie, possibilimente biodegradabili perchè visti i tempi che corrono una scelta “green” consapevole e oculata è davvero quello che ci vuole.

Risultati immagini per scampagnata


 
PDF Stampa E-mail

Programma.pdf

Si tratta di un giro “light”, ospiteremo  gli amici del MC RAGUSA,  che hanno accettato con grande entusiasmo il ns invito, e li accompagneremo alla scoperta del nostro bellissimo territorio:
Litoranea, Torre Faro, Sparta’, Masse, Castanea, Quattro Strade, Dimmammare, pranzo da Don Minico e Milazzo.

Sono strade che molti di noi avranno percorso innumerevoli volte ma che non ci si stanca mai di fare. Inoltre, mangeremo il mitico pane di Don Minucu in compagnia di “vecchi” e nuovi amici.

Risultati immagini per dinnammare

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per don minico

 
PDF Stampa E-mail

Programma.pdf

Conosciuta anche come "Le Puglie", questa regione è davvero una terra al plurale, un luogo che cela anime diverse, sospese tra natura, storia, tradizione, gusto e spiritualità, da visitare dodici mesi l’anno.

Trulli di Alberobello

 

Santa Maria di Leuca

 

Ostuni

 

Matera

 
PDF Stampa E-mail

Programma.pdf

A circa 20 km dalla città di Ragusa sorge il Castello di Donnafugata. Fu fatto edificare sulla vecchia struttura di una torre duecentesca dal Senatore del Regno e Barone Corrado Arezzo nell'800. Il barone ne fece ingrandire la struttura iniziale che divenne una vera e propria dimora gentilizia. Inoltre l'affascinante barone che trasformò il Castello in uno dei centri più importnti della zona di vita mondana dell'età umbertina.

Il nome Donnafugata deriva dall'arabo "Ain-jafat" e significa "Fonte di salute". Una leggenda narra comunque, di una donna che prigioniera nel Castello riuscì a scappare. Si tratterebbe della regina Bianca di Navarra che venne rinchiusa, dal perfido conte Bernardo Cabrera, signore della Contea di Modica, in una stanza dalla quale riuscì a fuggire attraverso le gallerie che conducevano nella campagna che circondava il palazzo. Da qui il nome dialettale "Ronnafugata", cioè "donna fuggita".

L’interno è assolutamente pregevole ed insieme a tutto il contesto architettonico ha stimolato la fantasia di numerosi scrittori e registi. Leggendario è anche il legame che si è creato tra il castello e il capolavoro cinematografico di Luchino Visconti "Il Gattopardo". Nel castello, infatti, alcuna scena è stata realizzata e il legame è frutto di un equivoco, nato probabilmente dal fatto che lo scrittore del romanzo dal quale è tratto il film, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, chiama "Donnafugata" la residenza estiva della famiglia Salina.

Risultati immagini per castello di donnafugata

 
PDF Stampa E-mail

OFF-ROAD DAYS 2019

SPOSA la tua PASSIONE, iscriviti agli OFF-ROAD days e sprigiona la tua GS ATTITUDE!

BMW Motorrad Federclub Italia dà il Benvenuto agli attesi Off-Road days a tutti i suoi soci per un appuntamento in esclusiva.

Vuoi sperimentare le tue capacità di guida senza danneggiare la tua moto?
Sei affascinato dal fuori strada? Ami sporcarti di fango e macinare km?

Allora non puoi mancare: OFF-ROAD DAYS 2019!


DOVE?
Nuova location sulle colline piacentine a ridosso del Fiume Trebbia, presso lo splendido Castello di Rivalta, Loc. Borgo di Rivalta, 7, 29010 Gazzola (PC). 

QUANDO?
Sabato 4 e Domenica 5 Maggio 2019.

LE MOTO?
Utilizzerai esclusivamente le moto della GS Academy, senza rischiare di danneggiare la tua!


In esclusiva per ogni socio dei BMW Motorrad Club ufficiali, gli Off-Road days costituiranno l'anteprima della GS Academy, il celebre corso di guida organizzato da BMW Motorrad Italia.

Un'esperienza intensa che BMW Motorrad Federclub Italia dedica in esclusiva ai soli Soci.

I nostri migliori istruttori ti seguiranno su percorsi creati ad hoc, su strade bianche e percorsi sterrati, alternando esercizi specifici ad un brief introduttivo, spiegazioni tecniche e momenti di puro divertimento!
Continua a seguirci per scoprire tutti i dettagli, parlane con i tuoi amici Soci dei BMW Motorrad Club ufficiali, segnateVi le date: i posti sono limitati!


TI ASPETTIAMO

Sabato 4 e  Domenica 5 Maggio 2019

Le giornate saranno suddivise a turni:

  • TURNO 1:  09.00  - 10.30  (pranzo incluso a seguire)
  • TURNO 2:  11.00  - 12.30  (pranzo incluso a seguire)
  • TURNO 3:  13.30  - 15.00  (pranzo incluso a seguire)
  • TURNO 4:  15.30 - 17.00 (aperitivo incluso a seguire)
  • TURNO 5 (Solo il Sabato): 17.30 - 19.00 (aperitivo incluso a seguire)

Briefing iniziale e oltre un’ora di puro divertimento per dare sfogo alla tua GS Attitud

RIVOLGITI AL TUO CLUB PER EFFETTUARE L’ISCRIZIONE!

 

IN ESCLUSIVA PER TE, LE QUOTE:
Partecipante singolo: 50 euro a turno
• Partecipante con accompagnatore: 85 euro (l'accompagnatore si intende solo per pranzo o aperitivo, non parteciperà ai corsi di guida)


LA QUOTA CONDUCENTE COMPRENDE:
• Possibilità di provare tutte le moto della famiglia GS in un turno di guida in off road di oltre un’ora
• Coffee break
• Pranzo o aperitivo, a seconda che il turno sia la mattina o il pomeriggio
• Gadget dell’evento
• Diploma di partecipazione


LA QUOTA ACCOMPAGNATORE COMPRENDE:
Pranzo o aperitivo, da condividere con il proprio conducente in base al turno.

 

VI ASPETTIAMO